Ministero delle Imprese e del Made in Italy

Progetti R&S nel settore aerospaziale

Ministero delle Imprse e del Made in Italy

SETTORI Areospaziale
SPESE FINANZIATE Personale, Materiali, Strumenti e attrezzature, Consulenze.
BENEFICIARI Piccola, Media, Grande Impresa
TIPO DI AGEVOLAZIONE Finanziamento a tasso 0
CHIUSURA 31 ottobre 2024

PRESENTAZIONE

Il bando finanziato dal Ministero delle Imprese ha l’obiettivo di finanziare progetti di ricerca e sviluppo nel settore aerospaziale funzionali alle esigenze di sicurezza nazionale, come previsto dalla legge 24 dicembre 1985, n. 808.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare dei finanziamenti le imprese che svolgono prevalentemente attività industriale nel settore aerospaziale, ovvero che, nei due esercizi antecedenti la presentazione della domanda, abbiano avuto un fatturato medio di almeno il 50% per le grandi imprese o di almeno il 25% per le PMI da attività di costruzione e trasformazione di aeromobili, motori, sistemi ed equipaggiamenti aerospaziali, meccanici ed elettronici.

Tali imprese devono inoltre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Avere una stabile organizzazione in Italia;
  2. Essere regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese;
  3. Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;
  4. Essere in regola con la restituzione di somme dovute in relazione a provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;
  5. Non trovarsi nelle condizioni di impresa in difficoltà ai sensi della comunicazione della Commissione europea 249/1 del 31 luglio 2014

INTERVENTI AMMISSIBILI

 

Lo sviluppo dei progetti di ricerca e sviluppo dovrà essere articolato in fasi della durata minima di un anno solare e massima di due anni solari equivalenti (24 mesi). I progetti devono avere una durata non inferiore a due e non superiore a cinque anni.

Per le finalità bando, sono individuate le seguenti aree tecnologico produttive, con riferimento al settore aerospaziale:

  • velivoli a pilotaggio remoto per sorveglianza, acquisizione obiettivi ed esplorazione, compresi quelli idonei a operare a media quota con lunga autonomia (UAV MALE) e per combattimento (UCAV);
  • sistemi di addestramento aeronautico militare intermedio e avanzato;
  • sistemi/velivoli ad ala fissa da combattimento di sesta generazione;
  • velivoli militari ad ala rotante ad elevate prestazioni;
  • sistemi satellitari militari ad elevate prestazioni e protezione;
  • componenti Radar Assorbenti (RAM), radome Frequency Selective Surface (FSS), componenti in materiali a bassa tracciabilità infrarossa e/o acustica;
  • componenti ad alto grado termico per motori aeronautici e spaziali;
  • sistemi Active Eletronically Scanned Array (AESA) e di rivelazione ad onde millimetriche con relative tecnologie e componenti elettronici integrati;
  • sistemi con o senza equipaggio idonei a contrastare le minacce da ordigni esplosivi improvvisati (IED);
  • sensori acustici attivi e passivi, sensori integrati elettroottici e radar multispettrali a scansione elettronica;
  • sistemi con capacità C4ISR operative complesse e di difesa cibernetica;
  • sistemi di guerra elettronica, acustica e contrasto alle minacce IR (DIRCM);
  • sistemi crittografici di nuova generazione e relativi algoritmi di cifratura;
  • dispositivi di guida e sensori per sistemi ISR e d’armamento con o senza equipaggio, con particolare riferimento a quelli stand-off;
  • sistemi AI per l’ottimizzazione multi-fisica di un sistema da combattimento a bassa osservabilità;
  • sistemi per il supporto alla navigazione, anche in contesto Global Navigation Satellite System (GNSS)-denied (Assured PNT);
  • algoritmi per l’elaborazione avanzata di dati/informazioni provenienti da sensori multipli (on-board ed off-board);
  • sistemi di supporto all’interazione/collaborazione tra pilota e velivolo e/o e sciami di velivoli unmanned cooperanti;
  • sistemi autonomi;
  • sistemi di propulsione aeronautici e relativi sottosistemi per velivoli di sesta generazione;
  • sistemi di generazione e gestione efficiente dell’energia elettrica a bordo del velivolo in ottica “more-electric aircraft”;
  • sistemi e tecnologie innovative di comunicazione Low Probability of Detection (LPD) e Low Probability of Intercept (LPI) Line of sight (LOS) e Beyond Line of sight (BLOS) intra-velivolo, tra velivoli e verso terra;
  • sistemi avionici resilienti ad attacchi cyber;
  • sistemi e tecnologie a supporto della prognostica e della manutenzione predittiva di componenti e sistemi militari;
  • sistemi per l’addestramento avanzato di piloti (a terra ed in volo) e manutentori;
  • sistemi d’arma ad energia diretta laser;
  • microchip

Sono ammissibili ai finanziamenti i progetti 808 essenziali per la Sicurezza Nazionale, ai sensi dell’articolo 346, comma 1, lettera b) del TFUE, che si pongano l’obiettivo di sviluppare, nell’ambito delle aree tecnologico produttive indicate, sistemi, sottosistemi e componenti raggiungendo un TRL non inferiore a 6 e non superiore a 8.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • Costi del personale tecnico, ricercatori e altro personale ausiliario, dipendente o in rapporto di collaborazione, direttamente impiegato nelle attività del progetto di ricerca e sviluppo;
  • Costi di strumentazioni e attrezzature, nuove di fabbrica, per il periodo e nella misura in cui sono utilizzate per le attività del progetto;
  • Servizi di consulenza e prestazioni di terzi utilizzate esclusivamente ai fini del progetto, compresa l’acquisizione di risultati di ricerche, brevetti, know-how e diritti di licenza;
  • Costi dei materiali, inclusi materie prime, componenti, semilavorati, materiali di consumo specifico utilizzati per la realizzazione del progetto;
  • Costi indiretti/spese generali​​.

 

AGEVOLAZIONE CONCESSA

Per i progetti sono concessi finanziamenti a tasso zero nella misura massima del 100% dei costi/spese ammissibili.

Non sono ammessi al finanziamento progetti comportanti costi e spese inferiori a 5 milioni di euro se presentati da singole imprese o a 7 milioni di euro se presentati da imprese associate.

I finanziamenti concessi devono essere restituiti, senza interessi, dalle imprese beneficiarie nella misura del:

  • 20% dell’importo erogato per le grandi imprese;
  • 10% per le piccole e medie imprese.

La percentuale di restituzione dell’importo erogato può essere portata anche per le grandi imprese al 10% nel caso in cui risultino da esse presentate e ammesse a consuntivo finale, spese per un valore maggiore o uguale al 25% dei costi del progetto relative a:

  • contratti di sub fornitura stipulati con piccole e medie imprese in possesso dei requisiti di ammissibilità ai finanziamenti;
  • servizi di ricerca contrattuale forniti da organismi di ricerca e infrastrutture di ricerca.

La restituzione è effettuata in dieci rate annuali costanti a decorrere dall’anno successivo all’erogazione a saldo del finanziamento.

TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di finanziamento devono essere presentate dal 01/07/2024 (dalle ore 12:00) al 31/10/2024 (entro le ore 16:00) esclusivamente mediante PEC con tutta la documentazione prevista e firmata digitalmente​​.

La presente scheda ha solo scopo informativo. Zenit Project Lab Srl declina ogni responsabilità in caso di errori o lacune. I contenuti della scheda potranno essere oggetto di aggiornamento e approfondimento senza periodicità prestabilita. Per qualsiasi chiarimento e approfondimento potete contattarci all’indirizzo email info@zenitprojectlab.it.