Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-2020 Regione Veneto

Di Mano in Mano – Interventi di Age and Diversity Management per le persone e le organizzazioni

PRESENTAZIONE

La Regione del Veneto, con DGR 1243 del 14 settembre 2021, ha approvato il bando “Di Mano in Mano – Interventi di Age and Diversity Management per le persone e le organizzazioni”.

La situazione emergenziale ha dimostrato che è indispensabile acquisire le giuste e adeguate competenze per accedere al mercato del lavoro, per mantenere il lavoro come per avviare una nuova sfida professionale. Questa direttiva, grazie ad una dotazione di 3 milioni di euro, intende fornire strumenti finalizzati ad accompagnare le persone nei processi di transizione, promuovendo la realizzazione di percorsi che tengano conto delle specificità dei singoli lavoratori (diversity management) e del patrimonio di esperienze e conoscenze maturate dai lavoratori senior (age management) per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Accompagnare i lavoratori in percorsi di invecchiamento attivo;
  • Promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori;
  • Fornire strumenti a lavoratori senior per valorizzare la propria esperienza e accompagnarli nelle fasi di transizione, con particolare riguardo per le situazioni dovute a crisi di crescita e sviluppo dell’impresa o dovute a istanze legate al passaggio generazionale;
  • Favorire lo scambio e la trasmissione di saperi;
  • Realizzare interventi di Age and Diversity Management;
  • Realizzare dei Piani per la crescita delle organizzazioni inclusive;
  • Patrimonializzazione del know how delle persone senior e delle specificità del singolo;
  • Realizzazione di strategie di passaggio generazionale e contaminazione dei saperi;
  • Rafforzamento delle competenze di innovazione dei processi per il management d’impresa;
  • Realizzazione di Academy aziendali per la libera circolazione dei saperi e costituzione di laboratori di innovazione;
  • Promozione di nuove capacità e professionalità in particolar modo mediante interventi dedicati all’ibridazione delle competenze;
  • Messa in opera di interventi di lifelong learning e servizi qualificati di assistenza e orientamento nelle evoluzioni del mercato del lavoro.

 

PROGETTI FINANZIABILI

Possono essere realizzati progetti riferiti a tre specifiche linee d’intervento:

1) ANCHE –  Age and Diversity Management

Linea volta ad accompagnare i lavoratori in percorsi di invecchiamento attivo:

  • formando i lavoratori “over” affinchè rimangano al passo con i tempi e con le evoluzioni aziendali con particolare riguardo al tema della digitalizzazione e delle competenze trasversali;
  • favorendo lo scambio intergenerazionale mediante la realizzazione di interventi quali mentoring e reverse mentoring, consulenza individuale e di gruppo;
  • sensibilizzando le aziende verso la creazione di piani di carriera stimolanti per lavoratori “over” e la strutturazione di piani di welfare tarati sulle loro necessità

Potranno essere previsti momenti di analisi dei fabbisogni dei dipendenti in base alle età proprio per definire nuovi piani di welfare e nuove modalità organizzative di supporto al pensionamento di lavoratori aged (es. pre affiancamento in vista della sostituzione determinata da una riorganizzazione, ecc.).

Potranno essere realizzati interventi quali borse di ricerca, assistenza/consulenza, action research per intervenire sul management. I progetti potranno prevedere la realizzazione di Piani per la crescita che includano le istanze di diversity e age management.

2) AVANTI – Passaggio generazionale e “Family Business”

Linea che ha lo scopo di accompagnare i lavoratori, anche di età inferiore ai 54 anni, in azioni di formazione e accompagnamento specifiche per favorire il passaggio generazionale in azienda (a tutti i livelli, sia a livello di top management/proprietà che rispetto ai dipendenti) con la finalità di rendere l’impresa più proattiva ai cambiamenti e pronta alla ripartenza del post-covid. Tale Linea è finalizzata a favorire all’interno delle aziende la trasformazione organizzativa/societaria (anche mediante l’acquisizione del capitale sociale da parte dei lavoratori) portando alla generazione di una nuova realtà aziendale.

Nell’ambito della Linea 2 potranno essere previsti interventi finalizzati a supportare i lavoratori impegnati nel garantire continuità all’impresa in cambiamento o che stanno affrontando problematiche riferite al ricambio generazionale. Tale Linea, infatti, è finalizzata a favorire all’interno delle aziende la trasformazione organizzativa/societaria (anche mediante l’acquisizione del capitale sociale da parte dei lavoratori) portando alla generazione di una nuova realtà aziendale. I lavoratori saranno pertanto parte attiva di un processo di trasformazione aziendale e di sfida in direzione della creazione di valore.

Nell’ambito delle Linee 1 e 2 verranno premiati i progetti che prevedono interventi per la trasmissione dei saperi destinati a persone occupate nelle Pmi del settore dell’artigianato, con particolare riguardo all’artigianato artistico. Nell’ambito delle Linee 1 e 2 potranno essere previsti in alternativa i seguenti due interventi: Academy aziendale o Piano per la crescita quest’ultimo inteso come strumento di sviluppo per le aziende che presentino esigenze di Age e Diversity management. I protagonisti dell’attività di Academy aziendale sono i lavoratori (dipendenti, liberi professionisti, imprenditore, collaboratori, soci) dell’impresa stessa che, in veste di formatori, avranno il compito di trasmettere conoscenze e know-how acquisito in merito al proprio ambito lavorativo. La costituzione delle Academy aziendali sarà oggetto di valutazione rispetto alla coerenza con gli obiettivi generali del progetto e al potenziale di fattibilità riconducibile alla dimensione aziendale che per questo tipo di attività si ritiene debba privilegiare le medie e grandi imprese. Le attività dovranno avere una durata massima di 4 mesi e dovranno coinvolgere almeno il 10% dei lavoratori o almeno 7 destinatari della stessa impresa.

3) ANCORA – Linea per persone occupate

Linea che supporta la realizzazione di azioni di formazione e di assistenza/consulenza destinate a persone over aged che necessitino di competenze per il mantenimento del posto di lavoro.

Progetti rivolti a lavoratori occupati fuori dall’orario di lavoro, titolari d’impresa, coadiuvanti, liberi professionisti e lavoratori autonomi, in ogni caso senza adesione in partenariato dell’impresa o del libero professionista/lavoratore autonomo.

I percorsi formativi devono essere tarati su competenze ed abilità specifiche e richieste nel mondo del lavoro, privilegiando interventi di breve durata o comunque di facile cantierabilità ed erogabilità in considerazione delle caratteristiche dell’utenza coinvolta. In particolare, i percorsi rivolti ai titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa, liberi professionisti e lavoratori autonomi devono essere inerenti a tematiche diverse dal settore di attività di appartenenza dei lavoratori.

ATTIVITA’ REALIZZABILI E PREMIALITA’

Tutte le linee di intervento prevedono la possibilità di attivare i seguenti interventi:

  • Formazione
  • Teatro d’impresa
  • Laboratorio dei feedback
  • Assistenza consulenza
  • Coaching
  • Project work
  • Mentoring e reverse mentoring (Solo linea 1 e 2)
  • Action Research (Solo linea 1 e 2)
  • Borse di ricerca (Solo linea 1 e 2)
  • Academy aziendale (Solo linea 1 e 2)
  • Piano per la crescita delle organizzazioni (Solo linea 1 e 2)
  • Voucher di conciliazione per un valore massimo di € 200,00 mensili per un massimo 10 mesi (Solo linea 1 e 2)
  • Incentivi per Temporary Manager (Solo linea 1 e 2)
  • Seminari, Workshop, Focus group,
  • Webinar
  • Evento finale

Inoltre, prevedono la possibilità di accedere a contributi FESR a fondo perduto (Solo linea 1 e 2):

  • per avvio di nuovi rami d’azienda, per l’apertura di nuove unità locali, di incremento del capitale sociale per effetto dell’ingresso di nuovi soci, per un importo non superiore al 40% del contributo pubblico richiesto totale per il progetto;
  • per tutti gli altri progetti il valore complessivo della quota non deve essere superiore al 30% del contributo pubblico richiesto totale del progetto.

Sono inoltre previsti incentivi per l’assunzione di temporary manager, anche in somministrazione, per non più del 50% della retribuzione annuale lorda, con i seguenti limiti:

  • micro e piccola impresa: incentivo massimo di 20.000€
  • media e grande impresa: incentivo massimo di 40.000€
  • borse di ricerca per massimo 2.150€/mese e massimo 8 mesi

Nell’ambito della presente iniziativa sarà considerato premiante il coinvolgimento di partner aziendali che non siano stati coinvolti in iniziative di age management nel corso degli anni 2020-2021 avendo aderito alle proposte progettuali finanziate con la DGR n. 1315/19.

SOGGETTI BENEFICIARI

Le proposte progettuali possono essere presentate da:

  • Organismi di formazione iscritti nell’elenco di cui alla L.R. n. 19 del 9 agosto 2002 (“Istituzione dell’elenco regionale degli organismi di formazione accreditati”) per l’ambito della Formazione Continua, e i soggetti non iscritti nel predetto elenco, purché abbiano già presentato istanza di accreditamento per il medesimo ambito ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale n. 359 del 13 febbraio 2004 e successive modifiche ed integrazioni di cui alla DGR n. 4198/2009 ed alla DGR n. 2120/2015;
  • Imprese private, che abbiano almeno un’unità operativa ubicata in Veneto. L’impresa può presentare esclusivamente progetti monoaziendali per rispondere ai fabbisogni di formazione, riqualificazione e adattamento delle competenze dei propri lavoratori.

DESTINATARI

I destinatari delle attività progettuali sono lavoratori occupati, con particolare attenzione per i lavoratori over 54. A tal proposito, si precisa che almeno il 20% dei destinatari dovranno essere occupati over 54.

Possono essere coinvolti, pertanto:

  • Lavoratori occupati presso imprese facenti parte del partenariato aziendale di progetto, operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente;
  • Titolari di impresa, coadiuvanti d’impresa.
  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti.

Non sono ammissibili come destinatari coloro i quali abbiano un rapporto di lavoro con:

  • soggetti riferibili ai settori della sanità e socioassistenziale;
  • organismi di formazione, accreditati o non;
  • soggetti pubblici o privati quali Comuni, enti pubblici, associazioni economiche di interesse pubblico, associazioni datoriali e di categoria.

RISORSE DISPONIBILI E CONTRIBUTI CONCESSI

Le risorse messe a bando sono pari a 3 milioni di euro.

Per ciascun progetto si prevedono i seguenti limiti:

  • I progetti monoaziendali dovranno avere un valore complessivo non inferiore a euro 20.000,00 e non superiore a euro 80.000,00.
  • I progetti pluriaziendali dovranno avere un valore complessivo non inferiore a euro 40.000,00 e non superiore a euro 120.000,00.

Il regime di aiuto di stato attivabile nell’ambito della presente direttiva rientra nel “Temporary Framework (TF) for State aid measures to support the economy in the current COVID-19 outbreak” di cui alla Comunicazione del 19.3.2020 C(2020) 1863 final e successive modifiche ed integrazioni.

Il contributo concesso è determinato sulla base dei costi standard approvati dalla Regione Veneto con DGR n. 671/2015per ciascuna delle attività previste.

 

TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti potranno essere presentati entro le ore 13:00 del 28 ottobre 2021.

I percorsi formativi, se approvati con graduatoria pubblicata entro 90 giorni dalla scadenza dei termini, si dovranno concludere nell’arco di massimo 12 mesi.

 

 

 

La presente scheda ha solo scopo informativo. Zenit Project Lab Srl declina ogni responsabilità in caso di errori o lacune. I contenuti della scheda potranno essere oggetto di aggiornamento e approfondimento senza periodicità prestabilita. Per qualsiasi chiarimento e approfondimento potete contattarci all’indirizzo email info@zenitprojectlab.it.

ARTICOLI RECENTI