Voucher Temporary Export Manager digitali

SPESE FINANZIATE Inserimento in azienda di temporary export manager con competenze digitali in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione
BENEFICIARI Piccole imprese manifatturiere
TIPO DI AGEVOLAZIONE Contributo a fondo perduto
APERTURA 9 marzo 2021
Invitalia

PRESENTAZIONE

Il bando nazionale “voucher TEM digitali” mette a disposizione 50 milioni di euro per le imprese che vogliono espandersi o consolidarsi sui mercati esteri, finanziando l’inserimento in azienda di figure specializzate, i temporary export manager (TEM) con competenze digitali, in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione.

SOGGETTI BENEFICIARI

Il bando è riservato alle piccole imprese del settore manifatturiero (codice Ateco C) , con meno di 50 addetti e con sede legale in Italia, anche costituite in forma di rete.

INTERVENTI FINANZIABILI

Sono finanziabili le seguenti attività di consulenza:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri, l’individuazione e l’acquisizione di nuovi clienti,
  • l’assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione,
  • l’incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce,
  • l’integrazione dei canali di marketing online,
  • la gestione evoluta dei flussi logistici.

Per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i Temporary Export Manager, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero, contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno (2 anni per le reti).

Possono richiedere l’iscrizione a tale elenco i professionisti e le società competenti in processi di sviluppo d’impresa e di digital transformation per l’export, che hanno maturato significative esperienze di affiancamento manageriale nei percorsi di internazionalizzazione d’impresa.

Nello specifico, i TEM digitali per iscriversi al suddetto elenco devono essere in possesso di una serie di requisiti tra cui:

  • avere una partita Iva da almeno 2 anni;
  • aver realizzato con successo almeno 5 progetti di export.

Inoltre, devono aver acquisito notevoli competenze anche in altri ambiti, come, per esempio, nella progettazione e organizzazione della rete di distribuzione di prodotti e servizi in nuovi mercati esteri e nell’assistenza alle imprese nella partecipazione a fiere internazionali in modalità virtuale e ad eventi in diretta su piattaforme streaming internazionali.

AGEVOLAZIONE CONCESSA

Il voucher previsto ammonta a:

  • 20.000 euro alle micro e piccole imprese a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore a 30.000 euro (Iva esclusa)
  • 40.000 euro alle reti a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore a 60.000 euro (Iva esclusa).

È possibile ricevere un contributo aggiuntivo di 10.000 euro se si raggiungono i seguenti risultati sui volumi di vendita all’estero:

  • incremento di almeno il 15% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri registrato nell’esercizio 2022, rispetto allo stesso volume d’affari registrato nell’esercizio 2021
  • incidenza – nell’esercizio 2022 – almeno pari al 6% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri sul totale del volume d’affari.

TEMPISTICHE

Le domande potranno essere presentate dal 9 marzo 2021 e saranno valutate in ordine cronologico di invio.

L’intervento è promosso dal Ministero degli Esteri e gestito da Invitalia.

La presente scheda ha solo scopo informativo. Zenit Project Lab Srl declina ogni responsabilità in caso di errori o lacune. I contenuti della scheda potranno essere oggetto di aggiornamento e approfondimento senza periodicità prestabilita. Per qualsiasi chiarimento e approfondimento potete contattarci all’indirizzo email info@zenitprojectlab.it.

ARTICOLI RECENTI